Enogastronomia, Prodotto, vino

6 e 7 marzo 2016 a Lazise anteprima Chiaretto, Lugana, Bardolino

Sono più di 300 i vini in degustazione all’Anteprima del Chiaretto, del Lugana e del Bardolino in programma domenica 6 e lunedì 7 marzo a Lazise, sulla riva orientale del lago di Garda, per iniziativa dei Consorzi di tutela del Bardolino e del Lugana, con il supporto del Comune di Lazise e della Regione Veneto. Nello storico edificio della Dogana Veneta sono presenti 90 produttori con 63 etichette di Chiaretto, 64 di Lugana e 60 di Bardolino dell’annata 2015, cui si aggiungono Lugana e Bardolino del 2014, e bottiglie di annate precedenti al 2014.lazise

Domenica 6 marzo l’ingresso è aperto al pubblico dalle 10 alle 18. E sempre domenica è possibile accedere anche alla motonave Brennero (ormeggiata davanti alla Dogana, sempre dalle 10 alle 18), dove i sommelier Ais di Verona serviranno gratuitamente 6 assaggi di Chiaretto, Lugana e Bardolino (2 per ciascuna tipologia), scegliendo tra le 187 etichette della nuova annata. Lunedì 7 apertura stand dalle 14 alle 21, ma solo per operatori (enoteche, bar, ristoranti, hotel, distribuzioni). 150 tra giornalisti e blogger accreditati, provenienti da più di 20 paesi del mondo.

Incredibile il fatturato di questi vini, 125 milioni di euro all’anno, distribuito in maniera equivalente fra le due doc. Complessivamente, le vendite annue sono pari a 42 milioni di bottiglie, di cui 17 milioni di Bardolino, 15 di Lugana e 10 di Chiaretto. laziseIl Lugana, che si sviluppa su cinque comuni fra Lombardia e Veneto, è stato riconosciuto a doc nel 1967, mentre la denominazione del Bardolino, che interessa sedici comuni del Garda veronese e del suo entroterra, è del 1968. Si tratta di 4300 ettari di vigneto specializzato, di cui 3000 per il Bardolino e 1500 per il Lugana. laziseVini cresciuti molto, negli ultimi 6 anni; per la doc del Bardolino c’è stato il boom della tipologia rosata del Chiaretto, cresciuta da 4,5 a 10 milioni di bottiglie. La doc del Lugana, invece, è protagonista di una delle più significative performance nazionali sia in termini di volumi, ormai quasi raddoppiati, da 8 a 15 milioni di bottiglie, sia come prezzi, saliti del 35%.

A Lazise funzionerà anche un’area street food dove gustare tortelli di zucca, raclette con il formaggio Monte Veronese, cotechino con la pearà, polenta di Storo con formaggio di malga, baccalà con polenta, sarde in saor, gnocchi di malga, trippe alla parmigiana.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi: