Cibo, Enogastronomia

L’antico pomodoro Riccio di Parma in festa

Domenica 13 agosto a Traversetolo (Parma) si festeggia l’antico pomodoro Riccio di Parma, un ortaggio dalle particolari caratteristiche: forma tondeggiante, buccia rosso scarlatto e molto sottile, polpa carnosa dal sapore dolce e delicato. Una varietà recuperata e valorizzata, che sarà presente all’interno del mercato della biodiversità, dove si possono trovare (dalle 9 e per tutta la giornata) alcune eccellenze emiliane e toscane, come i salumi di maiale nero, le uova di gallina Romagnola, il formaggio di razza Bardigiana e Ottonese, il latte d’asina Romagnola, lo yogurt biologico di antica razza Valpadana, il formaggio Pioniere, la carne di Cinta senese, marmellate di susina Zucchella, e tanti altri prodotti, gustabili e acquitabili. 

Ogni mezzora, poi, ci sarà una navetta per raggiungere il podere La Mamiana a Panocchia, dove l’agronomo parmigiano Carlo Rognoni 150 anni fa sperimentò e introdusse la coltura del pomodoro nella rotazione agraria con un sistema di coltivazione “a pieno campo”, utilizzando filari con filo di ferro e pali di sostegno per le piantine. Proprio La Mamiana, sottoposta a tutela del ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha ripreso la coltivazione del famoso “ororrosso di Parma”.

Nel pomeriggio in Corte Agresti a Traversetolo si terrà il convegno, gli ”Antichi pomodori di Parma”, per un confronto e uno scambio di idee sul recupero e la valorizzazione di questo prodotto; infine, alle 21, nell’area verde adiacente al Prosciutto Bar di Rosa dell’Angelo, si esibirà il cantautore Gino Paoli con la sua jazz band in un concerto gratuito (fino a esaurimento posti).

 

Per informazioni:

www.pomodororicciodiparma.it

Cell: 342.9128266 – 335.316337

 

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi: