Prodotto

Asolo Prosecco, numeri da capogiro

+13% nel 2023, Asolo Prosecco sfiora il record di 27 milioni di bottiglie

Un traguardo ambizioso, una sfida raccolta e già vinta. Il 2023 per Asolo Prosecco è un anno felice: le previsioni del Consorzio di Tutela indicano un incremento del 13% rispetto allo scorso anno, arrivando a sfiorare il record di 27 milioni di bottiglie. L’ascesa è addirittura del 114% (rispetto al 2018), con un incremento di 15 milioni di bottiglie (rispetto ai 12 milioni del quinquennio scorso). 

Il segreto del successo dell’Asolo Prosecco – spiega Ugo Zamperoni, presidente del Consorzio di tutela – è nell’espressione della sua forte impronta territoriale: le nostre bollicine sono ambasciatrici nel mondo dell’arte, della storia, della cultura, delle tradizioni di Asolo e delle sue colline, in grado di sedurre molte personalità influenti, da Caterina Cornaro a Eleonora Duse, da Robert Browning a Freya Stark. A premiarci, anche in una congiuntura economica difficile come l’attuale, è senza dubbio il lavoro votato alla qualità dei produttori della denominazione, unito al forte senso di appartenenza al territorio e alla indiscutibile identità dell’Asolo Prosecco”.

Richiesta e ottenuta dalla Regione Veneto l’attivazione della “riserva” vendemmiale, misura adottata per soddisfare le richieste del mercato domestico e internazionale, il Consorzio dell’Asolo Prosecco si prepara a festeggiare il 2024, con l’augurio che straordinario quanto il 2023. Prosit!