Hotel, Travel

Vacanza low cost a Copenaghen, capitale della nuova cucina nordica

Desideri visitare Copenaghen, ma pensi che il soggiorno ti costerà troppo? Niente paura, la capitale danese è più low cost di quello che credi, e offre tante attività gratuite, visite guidate e ingresso ad alcuni musei storici. (www.visitdenmark.it)

Per scoprire questa città giovane e vivace, non c’è niente di meglio che fare un tour gratuito in centro, scegliendo tra la passeggiata guidata di 3 ore (dal Municipio fino al Palazzo Reale Amalienborg) oppure il giro più breve di 90 minuti (da Christianshavn all’ingresso di Christiania). A piedi si possono raggiungere anche le maggiori attrazioni, come La Sirenetta, Christiana, il celebre canale Nyhavn, Børsen (il bellissimo e antico edificio della borsa) e il Giardino Botanico, con intermezzi nei parchi pubblici cittadini, come il Giardino del Re al Castello di Rosenborg e il parco-cimitero di Assistens a Nørrebro, che ospita le tombe dello scrittore Hans Christian Andersen e del filosofo Søren Kierkegaard. Se invece amate anche la bicicletta, montate in sella e pedalate! Rimarrete stupiti dalla vasta rete di piste ciclabili, tra cui l’itinerario che raggiunge il ponte Bryggebroen (noto come Bike Snake) lungo 190 metri, che collega Havneholmen a Islands Brygge, e il nuovissimo Cirkelbroen che collega Christiansbro e Appelbys Plads. 

Tutto è pensato per la miglior accoglienza dei turisti che possono utilizzare la Copenhagen Card, beneficiando di ingressi gratuiti in oltre 79 musei e attrazioni, di sconti nei ristoranti e di accesso gratuito a tutti i mezzi pubblici (autobus, treno, harbour bus e metro) compreso il trasporto dall’aeroporto al centro città. La Copenaghen card, disponibile per visite di 24, 48, 72 e 120 ore, è acquistabile anche online ma va sempre ritirata fisicamente in uno dei numerosi sales point. 

A Copenaghen si possono visitare numerosi musei con ingresso gratuito: il Museo Nazionale, che ripercorre la storia danese dall’età della pietra e dai Vichinghi fino ai giorni nostri, la Gliptoteca Ny Carlsberg, con oltre 10.000 capolavori della più grande collezione della Scandinavia di opere impressioniste francesi, lo Statens Museum for Kunst (Galleria d’arte nazionale), infine il Museo d’Arte Moderna Louisiana (ingresso a pagamento e incluso nella Copenaghen card) affacciato sul mare a circa 45 minuti di treno dal centro città.

Stanchi di camminare e visitare musei? Il palato reclama e non avete che l’imbarazzo della scelta, perchè la città offre una grande varietà di caffetterie e locali bio, anche se Copenaghen, con ben 18 stelle Michelin assegnate a 15 ristoranti, è nota come capitale della “Nuova Cucina Nordica”. Numerose le esperienze gastronomiche di alto livello e per tutte le tasche: il Copenhagen Street Food, aperto nel 2014 su Paper Island, offre un cibo di strada fantasioso, proveniente da tutto il mondo; nei ristoranti Cofoco (Copenhagen Food Consulting) trovate cibo di alta qualità con menu a prezzo fisso, Madklubben offre 9 ristoranti a prezzi ragionevoli. Chi, invece, non vuole rinunciare alla cucina raffinata ma comunque a budget contenuto, può scegliere tra i 10 ristoranti insigniti del Bib Gourmand, la categoria di riconoscimento della Guida Michelin per grandi ristoranti più accessibili.

Infine, anche l’alloggio risulta economico: il wakeup Copenhagen offre due hotel centrali dal design moderno e minimalista, negli Hotel Cabinn gli alloggi sono a buon prezzo, come pure all’Ostello Stealhouse, mentre il nuovissimo Hotel Denmark mette a vostra disposizione delle camere low cost prenotabili sulla piattaforma di Airbnb. Raggiungere Copenaghen è facile, grazie ai voli diretti da diverse città italiane con compagnie low cost. Per arrivare in centro città dall’aeroporto occorre prendere la metropolitana (direzione Kongens Nytorv o Nørreport Station) o il treno (direzione Copenaghen Central Station); il tragitto è di circa 15 minuti per un prezzo di circa 5 euro, o gratuito con la Copenhagen Card (acquistabile già all’aeroporto).

Per informazioni: 

www.visitdenmark.it

Se ti è piaciuto l'articolo, condividi: